Quante storie nella Storia

Quest'anno la settimana della didattica e dell’educazione al patrimonio in archivio, giunta alla XIX edizione, si trasferisce sul web e sui social media, dal 4 al 10 maggio.

Quante_storie.jpg

Quante Storie nella Storia 2020: Spazi di innovazione e di protesta: raccontare il FITU - Festival Internazionale del Teatro Universitario attraverso i documenti dell' Archivio storico del Teatro Regio di Parma (1953 - 1969) 

Casa della Musica - Archivio Storico del Teatro Regio di Parma partecipa alla XIX edizione di Quante Storie nella Storia. Settimana della didattica e dell’educazione al patrimonio in archivio, che si svolgerà quest’anno dal 4 al 10 maggio, attraverso la proposta di contenuti fruibili tramite web e canali social. L’iniziativa è promossa dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica dell'Emilia Romagna, dall’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna e dall’Associazione Nazionale Archivistica Italiana – Sezione Emilia Romagna, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione. Ufficio scolastico regionale per L’Emilia - Romagna. 

Partire da un laboratorio di schedatura archivistica, immergersi prima nel ruolo dell’archivista e nella schedatura di singoli documenti per poi giungere alla ricerca e all’analisi storica. Questo è stato il percorso degli studenti del secondo anno del corso di laurea magistrale in Storia e critica delle arti e dello spettacolo dell'Università degli Studi di Parma, guidati dalla prof.ssa Roberta Gandolfi nell’ambito dell’insegnamento “Storia della messinscena e della regia teatrale”. Gli studenti, tra ottobre e dicembre 2019, hanno partecipato all’attività di schedatura della rassegna stampa FITU conservata presso L’Archivio storico del Teatro Regio di Parma. Attraverso le informazioni raccolte, hanno poi realizzato veri e propri percorsi di ricerca che forniscono un focus interessante sulle diverse edizioni del Festival del Teatro Universitario, organizzato dall’A.U.P poi dal CUT di Parma, che si tennero al Teatro Regio (in particolare negli anni 1953 – 1969). I risultati dell’attività saranno visibili dal 4 maggio sulla pagina di Quante Storie nella Storia. 

 

Link utili: 

Sito ibc: http://ibc.regione.emilia-romagna.it/

Pagina Quante storie nella Storia: http://ibc.regione.emilia-romagna.it/aree-tematiche/comunita/incontrare-il-patrimonio/quante-storie-nella-storia

Gruppo facebook Quante storie nella Storia : https://www.facebook.com/groups/quantestorienellastoria/