I musei civici di Parma riaprono alla città

A partire da sabato 30 maggio il patrimonio artistico della Pinacoteca Stuard, del Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari, del Museo dell’Opera, della Casa del Suono e del Museo Casa natale Arturo Toscanini sarà di nuovo a disposizione di

Museo Toscanini_stanza natale.jpg

A partire da sabato 30 maggio i musei civici riaprono le porte al pubblico. Dopo la chiusura imposta dall’emergenza sanitaria del Coronavirus i cinque musei del Comune di Parma, Pinacoteca Stuard, Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari, Museo dell’Opera, Casa del Suono e Museo Casa natale Arturo Toscanini, sono di nuovo pronti ad accogliere i visitatori alla scoperta dei propri percorsi espositivi.

All’interno della Pinacoteca Stuard prosegue, con il dipinto "Fruits et orange" di Alberto Savinio, il progetto espositivo “I Quadri di Pietro. Capolavori dalla Collezione Barilla d’Arte Moderna” curato da Giancarlo Gonizzi e voluto ed organizzato dal Comune di Parma e dalla Famiglia Barilla. Nei mesi successivi verranno presentate opere di: Atanasio Soldati, Chaim Soutine, Max Ernst, Giorgio Morandi, Fernand Léger, Ennio Morlotti, Renato Guttuso, Jean Dubuffet, Lucio Fontana e Pablo Picasso.

“I musei civici riapriranno in assoluta sicurezza – spiega l’Assessore alla Cultura Michele Guerra –, il Comune di Parma ha infatti adeguato i percorsi espositivi attrezzando gli spazi e acquisendo i dispositivi di sicurezza necessari a tutelare i visitatori e gli operatori. Si tratta di un passaggio ulteriore verso il graduale e assisitito ripristino delle nostre abitudini culturali.”

I musei civici saranno eccezionalmente aperti anche martedì 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica (gli orari e i giorni di apertura sono indicati in dettaglio in fondo al comunicato).

Inoltre da sabato 30 maggio, fino a domenica 28 giugno, nel settecentesco Oratorio di San Quirino, in Strada Ospizi Civili, sarà nuovamente aperta al pubblico la mostra fotografica “Natura & Donna” di Caterina Orzi, curata da Stefania Provinciali, che rientra tra i progetti idonei di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020. Trenta scatti che affascinano e interrogano. Una peonia, un calla, un papavero. Una sequenza di forme, in bilico tra delicatezza e forza. Sono frammenti di istanti reali che regalano una rappresentazione intima, ravvicinata e cromaticamente delicata della femminilità. Accanto, immagini di donne, mani e volti. Poi, il registro visivo cambia sino a dissacrare il soggetto pittorico forse più famoso della storia dell’arte, La Gioconda di Leonardo Da Vinci, punto di partenza per una rielaborazione artistica inconsueta e suggestiva, un fil rouge fra arte, natura, donna e bellezza senza tempo. La mostra, allestita dall’Architetto Tommaso Brighenti è promossa da FAI Delegazione di Parma e da ADA ONLUS - Associazione Donne Ambientaliste con il contributo di Fondazione Cariparma, il sostegno di Coop Alleanza 3.0 e la collaborazione di Ciaccio Arte Broker Insurance Goup. Ha il patrocinio e la collaborazione dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Parma e il patrocinio di Ascom Terziario Donna.

Si segnala, infine, che da sabato 30 maggio riaprirà anche lo IAT-R, sportello di Informazione e Accoglienza Turistica del Comune di Parma, che sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18.

Orari di apertura:

Musei della Musica - Museo dell’Opera, Casa del Suono e Museo Casa natale Arturo Toscanini:

Da mercoledì a domenica: dalle 10 alle 18

Lunedì e martedì chiusi (ad eccezione di lunedì 1° giugno e di martedì 2 giugno, Festa della Repubblica)

Tel. 0521/031170

Pinacoteca Staurd e Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari:

Sabato, domenica e festivi: dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo ingresso alle ore 18)

Lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì: dalle 10 alle 17.30

Martedì chiusi (ad eccezione di martedì 2 giugno, Festa della Repubblica)

Tel. Pinacoteca Stuard: 0521/508184

Tel. Castello dei Burattini: 0521/031631

Oratorio di San Quirino con la mostra “Natura&Donna” di Caterina Orzi

Da sabato 30 maggio a domenica 28 giugno con i seguenti orari:

Venerdì dalle 16.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30.

Martedì 2 giugno apertura straordinaria dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30